Tutela degli animali e salvaguardia dell’ambiente: il Consiglio Comunale vara il regolamento per il rispetto degli animali e la riduzione dell’uso della plastica.

Tutela dell’ambiente e rispetto per gli animali in due deliberazioni del Consiglio comunale. Il civico consesso vara i disciplinari per la tutela degli animali e per l’utilizzo di materie plastiche.

Il regolamento a tutela degli animali, in 75 articoli, disciplina le modalità di detenzione e tutela degli animali da affezione e di compagnia sul territorio comunale, sanzionando i comportamenti lesivi nei loro confronti, provvedendo a regolamentare modalità ed obblighi nella custodia, vigilanza, accesso in giardini ed aree pubbliche, negli uffici e sui mezzi pubblici.

«Dopo il regolamento per le attività dei circhi sul territorio e quello per il divieto dei botti natalizi, un altro provvedimento a tutela degli animali - ricorda il sindaco, Massimo Cariello -. Eboli diventa sempre una città sensibile all’ambiente ed agli animali e garantisce i cittadini, intervenendo in tema di randagismo, fenomeno regolamentato e con riduzione della spesa. Un grande impegno per la maggioranza e per quella parte dell’opposizione sensibile che ha sostenuto il nostro provvedimento».

«Tra i punti disciplinati - sottolinea l’assessore all’ambiente, Emilio Masala - figurano anche la cattura dei cani vaganti e la gestione dei cani catturati sul territorio, il ricorso al “Cane di Quartiere” come strumento di lotta al randagismo, il fenomeno “Colonie feline”».

Capitoli specifici del regolamento sono dedicati alle altre tipologie di animali.

«Sono soddisfatto per un regolamento che promuove rispetto, cura e tutela degli animali - commenta il consigliere Giuseppe Piegari -. È ciò che abbiamo diffuso nella lunga campagna di sensibilizzazione promossa questa primavera nelle scuole. Eboli si conferma città portatrice di cultura, civiltà ed umanità».

Il Consiglio ha anche dato il via libera alla mozione “Plastic Free”, presentata dallo stesso consigliere Giuseppe Piegari, circa l’utilizzazione di plastica negli uffici comunali. L’idea è di contribuire alla diminuzione dell’uso di plastica, inquinante per l’ambiente.

«Stabiliamo il divieto dell’uso della plastica monouso negli uffici comunali, per poi proseguire la campagna di sensibilizzazione anche all’esterno con scuole e commercianti - spiega il presidente della commissione ambiente, Pierluigi Merola -. Il tutto in continuità con le politiche di sostenibilità ambientale che l’amministrazione del sindaco Massimo Cariello sta portando avanti».